Notice: Undefined variable: ub in /home2/oktafilm/public_html/wp-content/themes/riviera-child/functions.php on line 318

Notice: Undefined variable: ub in /home2/oktafilm/public_html/wp-content/themes/riviera-child/functions.php on line 330
  • Il migliore

Il migliore

IL MIGLIORE

Ciotti e scortaun film di Paolo Santolini

Italia | 75 min | colore e b/n, | HD | 2020


Sinossi

La storia di Marco Pantani è la storia di una passione e di una morte: di una profonda ingiustizia. Il film racconta il prossimo inverno in un piccolo paese sul mar Adriatico, Cesenatico, dove Marco è nato, è vissuto ed è morto; racconta di una piccola comunità che ha vissuto con lui la sua straordinaria “avventura”, e che gli è rimasta accanto fino al tragico epilogo, prendendo parte, inconsapevolmente, a uno dei drammi umani più toccanti della storia del nostro paese.

Tutti loro, ancora oggi, a quasi 15 anni da quel 14 febbraio del 2004, per quanto possano apparire diversi gli uni dagli altri nella fragilità delle loro esistenze, si portano nel cuore uno struggente richiamo di cui non riescono, come perseguitati, a liberarsi: il richiamo di quella avventura e di quella ingiustizia, che ha segnato profondamente le loro vite, trasformandole per sempre, e che ogni anno, nel lungo inverno, fa riaffiorare ancora più forte il rimorso e il rimpianto di non aver salvato un loro figlio e fratello.

È questa comunità di persone semplici che a suo modo custodisce, racconta e rievoca da anni la Passione di Marco, ed è incontrandole nelle loro vite quotidiane che ripercorriamo una parabola sportiva che ha raggiunto, coinvolto e sconvolto appassionati di tutto il mondo.

__________________________________________________________________________________________________

Gruppo di lavoro

regia/fotografia Paolo Santolini

montaggio Fabio Nunziata

una produzione OKTA FILM (IT) con RAI CINEMA

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva